Brontosauri e burosauri del vecchio e del nuovo mondo Stampa
Scritto da Redazione   
Martedì 01 Gennaio 2008 01:00
Alla cortese attenzione del direttore Antonello De Pierro A volte Š veramente uno strano Paese, il nostro, ancora oggi sommerso da ataviche polemiche e contenziosi retrogradi, mentre dovrebbe fuggire subito da un antiquato provincialismo certificato e assistito e decidersi, finalmente, ad affrontare la globalizzazione dei mercati internazionali, tentando l'interazione, la competizione, la cooperazione e persino, se capace, l'alternativa differenziale con gli attuali massimi sistemi dell'economia senza barriere e confini, in libera circolazione e pronta a concedersi a chiunque sia in grado di farla propria con la deterministica e determinata Comprensione indiretta & Azione pratica diretta. Se lanciamo uno sguardo mondiale oltre il confine della nostra vecchia finestra in fase di rottamazione, noi che ancora negli anni '70 eravamo ancora un popolo principalmente contadino, noteremo immediatamente come l'intero pianeta sia agitato e scosso, da nord a sud e da oriente ad occidente, dal vento maestrale ormai incoercibile della Libert… e del Liberismo economico costruttore di Democrazie e Diritti Umani, s, proprio quello che produce industrialmente per grandi numeri e distribuisce come e dove Š possibile alle genti un benessere che solo ieri era riservato a pochi eletti. Nazioni da secoli sottomesse a indicibili dittature e regimi cercano ad ogni costo oggi il proprio posto al sole, e sono pronte a pagarne il prezzo nell'immediato, come sta gi… accadendo in alcuni Paesi ex-sovietici, subito ed in contanti, usando bene i pochi mezzi che hanno e promuovendo, in tempi brevissimi, reali e vere riforme di vecchi regimi e antiquate burocrazie che qui da noi, secondo gli antichi abitudinari canoni storici, richiederebbero forse qualche secolo, e con risultati incerti. Stati tuttora sottomessi a despoti e tiranni, sopportano con fatica la propria situazione solamente perchŠ la chiusura delle frontiere ed il controllo totalitarista culturale e integralista religioso sulle coscienze non permette loro di avere termini di paragone con cui confrontarsi, e la minaccia permanente del carcere e della pena di morte agli oppositori immobilizza il loro anelito di autodeterminazione. Ad essi Š negata la Libera Scelta alla quale in Occidente iniziamo ad essere cos abituati da avere perso il concetto di cosa significhi esserne privati da leggi dispotiche. A questi popoli, ancora per un certo periodo, non Š concesso di diventare liberi padroni del proprio destino. Hanno voglia alcuni intellettuali e politici, i quali vivono comodi, tranquilli, considerati e ben foraggiati in Nazioni democratiche, a tentare una difesa in extremis di quei regimi con i quali si sono malamente "intesi culturalmente", senza comprendere che la vera finalit… politica del dittatore che compiace l'intellettuale che lo compiace Š solo il mantenimento del potere assoluto fine a se stesso: se i sudditi di quei satrapi potessero scegliere, essi sceglierebbero i Valori della Libert…, della Democrazie, dei Diritti dell'Uomo, e distruggerebbero in un attimo il tiranno con relativo regime. A volte si dice che la Globalizazione Š imprevedibile, crudele, negatrice di certezze, forza senza volto e priva di coscienza. Tuttavia, finora, si Š rivelata l'unica forza capace, nel volgere di un cos breve periodo, di diffondere ricchezza, opportunit…, informazione, cultura e benessere a basso prezzo in un mondo solo fino ad ieri vittima di povert… diffusa, pandemie, tiranne e gigantesche guerre fratricide tra quelle Nazioni che oggi si stringono la prima mano della possibile futura costruzione degli Stati Uniti d'Europa. E' chiaro che l'Opportunit…, che si autoconcede a chiunque sappia raccoglierne la presenza e la sfida, non ha tempo di aspettare che si decida sul se, sul come o sul quando secondo i canoni delle Burocrazie a cui ancora molti Stati sono troppo ancorati, e se ne va rapidissima alla disponibilit… di altre Nazioni e popoli che dei Burosauri si liberano definitivamente e preparano cos il terreno economico, politico e sociale per cogliere al volo tanto l'occasione presente quanto quella futura. Solo percorrendo questa superstrada, che Š poi semplice specchio complesso della stessa Evoluzione Naturale, si consegue il Progresso, con l'autoformazione e accrescimento di diverse Culture, nuove Scienze e Tecnologie che cambieranno ancor pi— il Mondo, e che sempre pi— richiederanno Flessibilit…, Adattabilit… mentale, Apertura alla Novit…, Capacit… di Rivoluzionare il Pensiero e di abbandonare alle pagine di una Storia ormai conclusa le vecchie zavorre di un passato che non ha pi— il diritto di tornare. Come, a suo tempo, si Š conclusa la dominazione dei Dinosauri sulla Terra, cos fatti nuovi, diverse azioni e interazioni sociali, il risveglio e la messa sul mercato di popoli fino a ieri ridotti all'incapacit… mentale del pensiero e fisica dell'azione, assieme ad un Progresso a carattere esponenziale oggi ancora inimmaginabile, cambieranno ancora di pi— il volto e la struttura delle nostre societ… che diventeranno una sola Societ… Umana, Libera, Progredita, Ricca, Felice, Indipendente, fortificata nella Democrazia e nel Diritto, nei Benefici e nei Vantaggi che si offriranno da soli, questo Š certo, e da subito, solo alle Nazioni che saranno capaci di essere, pensare, riformarsi e cambiare seguendo il Principio della Modernit…. Altre vie restano solo nella fisica del nulla dell'illusione, quella che, come abbiamo gi… sperimentato, ma forse non ancora a sufficienza, brucia cos tanto e fa male-male quando si confronta, con l'antica prosopopea, con la semplice e nuova Realt… delle Cose.

Francesco Martin cittadino europeo
 

Il sito utilizza i cookies per migliorare l'aspetto e l'uso del portale. I Cookies sono usati solo per le operazioni essenziali. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information