Ai giudici lasciamo fare i giudici Stampa
Scritto da Redazione   
Martedì 01 Gennaio 2008 01:00
Alla cortese attenzione del direttore Antonello De Pierro.
L'uso repressivo della psichiatria era ben noto ai tempi dell'URSS, quando i dissidenti politici erano prima etichettati e poi internati. Oggi molte cose non sono affatto cambiate! La mancanza di esami inequivocabili su cui basare le proprie affermazioni rende le perizie psichiatriche soggette alle opinioni e ai voleri dei clienti.
Esemplare il caso di Albert Imendayev, l'imprenditore cui fu impedito di candidarsi alle regionali di quest'anno in Cheboksary, Russia. L'uomo era stato dichiarato affetto da schizofrenia e rinchiuso in un istituto psichiatrico. Identica sorte per Wang Wanxing, Cina: pass• 13 anni un istituto psichiatrico gestito dalla polizia; o per Natalya Kuznetsova, che perse il suo posto alla Corte dei Conti di Mosca. <> spiega Natasha <>.
Ezra Pound, il pi— grande poeta moderno fu rinchiuso in un lager-manicomio, con l'accusa di avere legami con l'Italia fascista, e quindi di essere pazzo. L'equazione "dissenso uguale follia" nella sua piena espressione!
Anche in Italia la situazione non Š rosea, al punto che l'avvocato Edoardo Longo di Pordenone ha inoltrato un esposto disciplinare al Ministero della Giustizia. Per dirlo con le sue stesse parole <>.
Nell'opuscolo in rete "Psichiatria criminale" sono riportate le storie di tre dei suoi casi giudiziari. <> dice Longo <>
L'affidabilit… psichiatrica Š scarsa e perizie psichiatriche diverse giungono spesso a conclusioni contrastanti. L'intero sistema giudiziario Š stato corrotto.
Per l'amor del cielo, non lasciamoci ingannare: lasciamo il lavoro di giudice ai giudici!

Davis Fiore
 

Il sito utilizza i cookies per migliorare l'aspetto e l'uso del portale. I Cookies sono usati solo per le operazioni essenziali. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information