Camera di Commercio: Protesta Stampa
Scritto da Redazione   
Giovedì 04 Aprile 2013 01:00

Sig. direttore,
una mia conoscente dopo due anni di attivit… in qualit… di agente , si e trovata nella necessita di richiedere un certificato di iscrizione alla camera di commercio, il primo impatto non e dei pi— gradevoli, in quanto e stata invitata a cercarsi il n. di iscrizione in dei libroni, (fatto alquanto strano in quanto con i computer e molto pi— veloce e pratico) ma superato il primo ostacolo in quanto erano presenti parecchie omonimie, sorbitasi la solita coda si e finalmente presentata agli sportelli e avere il tanto agognato certificato. La sorpresa pi— grande e stata di dover pagare 5 euro per la stampa di un pezzo di carta fatto in cinque secondi. La mia conoscente ha fatto presente di aver chiesto il certificato in carta semplice, e la signora allo sportello ha affermato che il pagamento era per diritti camerali e non per bolli.
Confusa e irritata per l?esborso non previsto, la signora si e allontanata chiedendosi per che cosa pagava la tassa annuale di iscrizione alla Camera di commercio.
In effetti la domanda non trova risposta in quanto pur analizzando bene il la situazione non si trova un solo motivo di utilit… nell? essere iscritti.
Qualche mese fa, tutti noi imprenditori abbiamo ricevuto una comunicazione della camera di commercio che ci informava che per quest?anno dovremo pagare se ci va bene solo il 6% in pi— dell?anno precedente.
Al di l… delle considerazioni sulla utilit… della camera di commercio, mi sembra quantomeno inopportuno in questo momento che un ente(?) aumenti delle quote obbligatorie di pi— del doppio della svalutazione che il governo ci comunica.
Dobbiamo considerare che mentre il governo fa di tutto per aiutare le aziende, ed attualmente molte sono in difficolt…, alla camera di commercio non interessa, non si sa per quale motivo chiede pi— soldi per poter continuare a spendere in opere che poco anno a che fare con le sue funzioni anche se e difficile trovarle , acquisto quote azioni autostrade, aeroporti e ecc.ecc.ecc.
La camera di commercio non e nuova a trovate del genere, anche nel caso del passaggio dalla lira all?euro, tutte le operazioni sono state senza oneri ma la camera di commercio pretese il pagamento dei diritti camerali per la variazione della dicitura del capitale in euro del capitale delle aziende, mentre il governo aveva assicurato che il passaggio all? euro sarebbe stato a costo zero.
Sarei curioso di conoscere il bilancio delle camera di commercio.
Purtroppo tra i molti scandali di questo Paese, uno dei pi— vergognosi (e di cui nessuno parla) Š certamente quello delle Camere di Commercio, istituti ibridi che da un lato rivendicano la libert… d?azione delle associazioni private e che al tempo stesso, per•, hanno privilegio di imporre balzelli e obblighi che sono tipici dello Stato.
Da tempo, infatti, molti si chiedono a cosa servono di preciso tali enti. Qualcuno sostiene che l?iscrizione alla Camera di Commercio dovrebbe garantire la seriet… dell?azienda, ma Š ovvio che le cose non possono stare in questi termini: tutte le aziende fallite, infatti, erano prima regolarmente iscritte nei registri camerali. Certamente quest?istituto rilascia certificati utili, anzi indispensabili, in varie occasioni. Ma si tratta solo di pezzi di carta che gli enti pubblici c?impongono di esibire quando sottoscriviamo un contratto per la fornitura di un servizio pubblico o quando viene aperto un conto corrente. In realt…, a nessuno quel documento serve davvero: Š solo la legge ad imporlo. Per di pi—, nella quasi totalit… dei casi c?Š pure un bollo da pagare?
Non sono solo queste considerazioni a sollevare dubbi e interrogativi. Le imprese, infatti, si chiedono come sia possibile che i bilanci di tali enti non siano mai pubblicati o comunque non siano mai adeguatamente pubblicizzati. Perch‚, in altre parole, enti privati di questo genere possono pretendere soldi da altri enti privati (le imprese) e non tenerle minimamente al corrente dell?uso che ne viene fatto?
Perch‚ un?associazione, con i soldi rapinati alle aziende, concede prestiti agevolati ad alcune ditte e solo a quelle iscritte a certe coperative-fidi di ben precise associazioni di categoria e non a chi pu• rilasciare ben pi— solide fideiussioni di primarie banche nazionali? Ô pi— che legittimo chiedersi se una Camera di Commercio pu• discriminare in tal modo, dato che usa soldi che necessariamente tutti gli imprenditori sono costretti a versare. Cos com?Š inevitabile che ci si chieda per quale motivo vi siano Camere che installano macchine per la distribuzione dei certificati, ma poi ne limitano l?uso ai commercialisti e alle associazioni di categoria.
I responsabili delle Camere di Commercio affermano che il loro operato Š al di sopra di ogni sospetto, che i loro servizi sono ottimi e utili alle imprese. Prendiamo per buona tale affermazione: ma se le cose stessero in questi termini nessuno di tali enti avrebbe motivo di temere la nascita di altre organizzazioni analoghe (in concorrenza con loro) che offrissero analoghi servizi in un mercato competitivo. E certo non vi dovrebbe esservi neppure un?impresa orientata a rinunciare ai servizi delle Camere di Commercio: anche in assenza di un esplicito obbligo di legge?
In realt…, oggi le Camere di Commercio sono organismi del tutto inutili, che ostacolano quanti vogliono lavorare ed impongono inutili pesi a chi vuole lavorare e intraprendere. Chi vuole aprire una bottega, deve obbligatoriamente frequentare ? a pagamento - un corso istituito dalla Camera; e stessa cosa capita a chi vuole avviare un?attivit… di agente di commercio. E se il giovane (pur bravo e volonteroso) non ha tempo da perdere e soldi da sborsare, dovr… cambiare progetto di vita. In conclusione resta solo da chiedersi come si possa continuare ad accettare tutto ci• in uno Stato che si dice moderno e (almeno a parole) di tipo liberale. In definitiva, finche noi imprenditori continueremo solo a pensare al lavoro, ed a bofonchiare ogni volta qualche regolamento limita le nostre libert… personali, non a beneficio della comunit…, ma a vantaggio solo d?organizzazioni o burocrati continueremo a subire questi sorprusi. Non Š ora di dire basta?

Brescia, 09/10/2002

Ultimo aggiornamento Lunedì 31 Marzo 2008 19:35
 

Il sito utilizza i cookies per migliorare l'aspetto e l'uso del portale. I Cookies sono usati solo per le operazioni essenziali. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information