Pubblicizza il tuo sito

Banner

Pubblicità

Home Notizie Attualità e Cronaca Il figlio di bin Laden ucciso da un missile Usa

Donazioni

1€ PER I TUOI DIRITTI

SOSTIENI IL MOVIMENTO
"ITALIA DEI DIRITTI"

UN PICCOLO AIUTO PER LA LEGALITA'

Potete fare donazioni con :

PAYPAL, POSTEPAY e BONIFICO BANCARIO

- paypal, inviando la somma a italiadiritti@yahoo.it

- postepay, effettuando on-line, presso qualsiasi ufficio postale o presso qualsiasi ricevitoria Sisal una ricarica postepay sulla carta numero 4003-6005-8578-6249 intestata al presidente del movimento Antonello De Pierro.

- bonifico bancario su conto intestato al presidente del movimento Antonello De Pierro (codice IBAN: IT30 J056 9603 2180 0000 2079 X65)

Login



Il figlio di bin Laden ucciso da un missile Usa PDF Stampa
Scritto da Redazione   
Giovedì 23 Luglio 2009 10:54

Secondo fonti Usa Saad bin Laden, un dei figli di Osama,  potrebbe essere stato ucciso in un attacco aereo americano in Pakistan all'inizio dell'anno

Osama bin Laden

Uno dei figli di Osama bin Laden potrebbe essere stato ucciso dai missili statunitensi in Pakistan, nei mesi scorsi.

 

La clamorosa notizia arriva dalla National Public Estate Radio statunitense. Saad bin Laden, il maggiore dei tre digli del terrorista piu' ricercato del pianeta, sarebbe morto sotto i missili Hellfire sparati da un drone, un aereo senza pilota "in un qualche momento quest'anno", ha reso noto la radio statunitense.

Gli Stati Uniti ritengono che il Pakistan sia uno snodo cruciale dei traffici di al-Qaeda; e l'esercito statunitense e la Cia sono le uniche forze in condizioni di mettere in campo questo tipi di aerei nella regione. Gli 007 statunitensi ritengono "all'80-85 per cento" che Saad bin laden sia morto, anche se gli Usa non dispongono del suo Dna o di altre prove inconfutabili.

Il figlio del capo di al-Qaeda non risulta comunque un elemento-chiave nella struttura della rete di fondamentalisti islamici. Poco dopo l'invasione statunitensi in Afghanistan, nel 2001, Saad era fuggito dal Paese per rifugiarsi in Iran dove era rimasto agli arresti domiciliari. E attualmente secondo gli Stati Uniti si rifugiava nelle regioni di frontiera tra Pakistan e Afghanistan.
 

Fonte

 

        

Il sito utilizza i cookies per migliorare l'aspetto e l'uso del portale. I Cookies sono usati solo per le operazioni essenziali. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information