Mastella: ora 10 milioni di danni. Why not? Stampa
Scritto da Redazione   
Sabato 19 Dicembre 2009 14:03

"Mastella e' sempre comico. Comunque, non intendo commentare la sua richiesta perche' appanna la mia immagine".

Cosi' Luigi De Magistris, a margine della presentazione del suo libro 'Giustizia e Potere', risponde a chi gli chiede un commento sulla richiesta da parte dell'ex ministro della Giustizia, Clemente Mastella, di risarcimento danni di 10 milioni di euro per i danni subiti nell'ambito dell'inchiesta Why not condotta dall'ex pm di Catanzaro ora europarlamentare dell'Idv.

Clemente Mastella ha dato mandato ai suoi legali di agire in tutte le sedi giudiziarie, nazionali ed europee, sia in sede civile che penale, per il risarcimento "dei gravissimi danni subiti in ragione dell'operato dell'ex Pm di Catanzaro Luigi de Magistris a seguito dell'inchiesta giudiziaria Why Not". Lo ha reso noto lo stesso Mastella parlando in Puglia ai quadri dell'Udeur.

La richiesta risarcitoria inoltrata allo Stato italiano - che i legali del segretario dell'Udeur hanno quantificato in dieci milioni di euro da destinare in beneficenza - trae
origine, spiega una nota, dalla decisione del Gip di Catanzaro che, accogliendo la richiesta della Procura Generale, ha disposto l'archiviazione del procedimento giudiziario a carico di Mastella per infondatezza della notizia di reato.
"Si e' infatti accertato - spiega il comunicato del segretario dell'Udeur - che, nell'inchiesta Why Not, "mancavano completamente le condizioni dell'avvio dell'indagine penale avviata dall'ex Pm de Magistris procurando al segretario
politico dell'Udeur e al suo partito ingenti danni materiali, morali e all'immagine".

Fonte

 

Il sito utilizza i cookies per migliorare l'aspetto e l'uso del portale. I Cookies sono usati solo per le operazioni essenziali. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information