Pubblicizza il tuo sito

Banner

Pubblicità

Home Notizie Attualità e Cronaca Antonello De Pierro con Federica Rinaudo contro l’abbandono degli animali

Donazioni

1€ PER I TUOI DIRITTI

SOSTIENI IL MOVIMENTO
"ITALIA DEI DIRITTI"

UN PICCOLO AIUTO PER LA LEGALITA'

Potete fare donazioni con :

PAYPAL, POSTEPAY e BONIFICO BANCARIO

- paypal, inviando la somma a italiadiritti@yahoo.it

- postepay, effettuando on-line, presso qualsiasi ufficio postale o presso qualsiasi ricevitoria Sisal una ricarica postepay sulla carta numero 4003-6005-8578-6249 intestata al presidente del movimento Antonello De Pierro.

- bonifico bancario su conto intestato al presidente del movimento Antonello De Pierro (codice IBAN: IT30 J056 9603 2180 0000 2079 X65)

Login



Antonello De Pierro con Federica Rinaudo contro l’abbandono degli animali PDF Stampa
Scritto da Redazione   
Lunedì 01 Giugno 2015 19:25

Il presidente dell’Italia dei Diritti è stato ospite a Roma alla prima del cortometraggio “Mi fa un baffo il gatto nero”, ideato e scritto dall’indefessa giornalista de “Il Messaggero” e irriducibile animalista

 

 

Roma - Il presidente dell’Italia dei Diritti Antonello De Pierro, dopo essersi da sempre battuto in favore dei diritti degli animali e del loro assoluto rispetto come esseri viventi, continua ad aderire con grande disponibilità a ogni iniziativa tesa al miglioramento delle condizioni di vita degli amici a quattro zampe. Infatti per molti anni, come giornalista, dalle frequenze di Radio Roma, emittente di cui era direttore, ha lanciato e sostenuto un’iniziativa, nell’ambito del suo seguitissimo programma “La radio dei vip”, mirata all’apertura di un centro di pronto soccorso veterinario gratuito a Roma, spendendosi comunque sempre anche contro l’abbandono e sostenendo l’importanza e l’efficacia della pet therapy, soprattutto per gli anziani. L’idea lanciata all’epoca da De Pierro, nata dalla collaborazione di Radio Roma e Italymedia.it, il portale dell’informazione nazionale di cui lo stesso era direttore, ottenne una notevole risposta da parte dell’opinione pubblica, con la raccolta di oltre 30.000 firme, e l’adesione di tantissimi personaggi noti tra cui Zeudi Araya, Lino Banfi, Lello Arena, Oliviero Beha, Orietta Berti, Erika Blanc, Enrica Bonaccorti, Simona Borioni, Barbara Bouchet, Jerry Calà, Nathalie Caldonazzo, Corinne Clery, Licia Colò, Carlo Croccolo, Gianfranco D’Angelo, Enzo De Caro, Tullio De Piscopo, Giuliana De Sio, Antonella Elia, Giada Desideri, Tony Esposito, Arnoldo Foà, Remo Girone, Massimo Giuliani, Vanessa Gravina, Gianni Ippoliti, I Jalisse, Anna Kanakis, Barbara Livi, Vladimir Luxuria, Fioretta Mari, Sandra Milo, Andrea Mingardi, Paolo Mosca, Stefania Orlando, Francesco Paolantoni, Max Parodi, Patrizia Pellegrino, Nicola Pietrangeli, Daniela Poggi, Pino Quartullo, Francesca Rettondini, Marina Ripa di Meana, Luciano Rispoli, Adriana Russo, Carmen Russo, Maria Teresa Ruta, Paola Saluzzi, Nina Soldano, Bobby Solo, Claudio Simonetti, Catherine Spaak, Silvio Spaccesi, Fabio Testi, Little Tony, Oliviero Toscani, Laura Troschel, Rosanna Vaudetti, Dario Vergassola, Lina Wertmuller e Tania Zamparo. Anche l’adesione politica fu significativa e piuttosto bipartisan, anche se i primi a sostenere la proposta di De Pierro furono Fabrizio Panecaldo e Monica Cirinnà. Fu proprio quest’ultima a essere ospite a Radio Roma e ad annunciare la disponibilità dell’amministrazione comunale guidata da Walter Veltroni a mettere a disposizione per il progetto il canile municipale della Muratella. Purtroppo, nonostante l’impegno dei consiglieri regionali della maggioranza di centrodestra Gigliola Brocchieri e Stefano De Lillo, la cosa si arenò in Regione Lazio, in quanto da parte dell’allora gestione Storace non ci fu apertura in tal senso, e si lasciò spirare quello che sarebbe stato uno storico gesto di civiltà, offrire cure gratuite per gli animali da affezione a chi non aveva i mezzi per poterle sostenere. A curare i rapporti con la stampa di un’azione propositiva di grande rilievo sociale, che campeggiò per lungo tempo sui media dell’epoca, fu la bravissima giornalista Federica Rinaudo, che attualmente figura fra le penne più fertili del quotidiano Il Messaggero e continua costantemente a occuparsi della difesa dei diritti degli animali. E l’altra sera nella Capitale proprio l’encomiabile e indefessa Federica ha organizzato, presso il cinema Nuovo Aquila, una serata di sensibilizzazione contro l’abbandono e in favore dell’adozione degli animali. L’occasione è stata fornita dalla prima assoluta di un suggestivo e commovente cortometraggio dal titolo scaramantico “Mi fa un baffo il gatto nero”, nato da un’idea della Rinaudo, che ne ha scritto anche la sceneggiatura, per la regia del bravo Michele Conidi. A recitare nella pellicola, realizzata con la collaborazione dell’Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Roma, sono stati diversi attori con conclamata fama di convinti animalisti, affiancati ognuno dai loro amati amici a quattro zampe. Un cast di spessore che vede tra gli altri Lino Banfi con la sua cagnetta Giuditta, Maurizio Battista con il suo cane Pelé, Massimo Wertmuller con i suoi Rocco e Pupetta. E ancora Rossella Brescia, Lillo e Greg, con la loro intensa passione per i felini. Per completare è d’uopo citare la partecipazione del trasformista Massimiliano Rodi e dei piccoli Luca e Carlotta Materazzo. Le musiche sono del grande maestro Claudio Simonetti mentre la colonna sonora è cantata dalla band “Raggi Fotonici”. Anche alcuni gatti della famosa colonia felina della Piramide capitolina hanno partecipato alla pellicola che il bravissimo e simpaticissimo Gigi Miseferi, affiancato da Valentina Gemelli, ha presentato la bellissima pellicola al pubblico presente in platea, tra cui, oltre ad Antonello De Pierro, si sono potuti scorgere Gabriele Marconi, Annalisa Favetti, Gabriella Rea, Jolanda Gurreri, Lisa Bernardini, Elena Presti, Gianni Gandi, Gianluca Falcone, la cantante Alma, Fabio Ascione, Roberta Orrù, Federico Saliola, Paolo Zecchini, Chiara Vantaggio, Annalisa Queen, Erika Mabellini, Star Elaiza, Maura Carotti, Simone Fanelli, Vittorio Carfagna, Alessandra Pipitò, Jessica Barbero, l'editore Giò Di Giorgio, Milena Stornaiuolo, Sandro Scapicchio, Antonio Jorio, Cristina Di Sante, Silvia Notari, Alessandro Parrella, Fabio Saveri, Sabrina Crocco, e Flavio Di Properzio.

 

        

Il sito utilizza i cookies per migliorare l'aspetto e l'uso del portale. I Cookies sono usati solo per le operazioni essenziali. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information