E' morto Parisi. Fu campione olimpico e mondiale Stampa
Scritto da Redazione   
Giovedì 26 Marzo 2009 00:55

L'ex pugile, 42 anni, è rimasto vittima di un incidente stradale nei pressi di Voghera. Fu interprete di punta della boxe italiana degli anni '90

 

 

VOGHERA (PAVIA) - Un gravissimo lutto colpisce la boxe italiana: l'ex campione olimpico e mondiale, Giovanni Parisi, è morto in un incidente stradale avvenuto sulla tangenziale di Voghera.


L'auto sulla quale viaggiava, verso le 20:40, si è scontrata frontalmente con un camion. Parisi, 42 anni, originario di Vibo Valentia ma da molti anni residente a Voghera, è morto sul colpo. Per il pugilato italiano, così povero di personaggi di spessore, è una perdita incolmabile. Quando a Milano, nella recente riunione imperniata sulla conquista del Mondiale di Giacobbe Fragomeni, Parisi era salito sul ring per salutare il pubblico, per lui c'era stata una autentica ovazione. Il suo pubblico non aveva infatti dimenticato le prodezze di una carriera lunga, forse prolungata qualche match di troppo, nella quale Parisi aveva saputo abbinare tecnica, velocità di esecuzione, tanto da diventare l'uomo indiscutibilmente di punta del pugilato italiano negli anni novanta.
Una popolarità che Parisi conquista a Seul nel 1988. Rimane storica la vittoria nella finale olimpica contro il romeno Dumitrescu: gli basta meno di un round, una combinazione in velocità lo consegna alla storia. Già la velocità, il soprannome di Parisi (Flash) è frutto della sua boxe fatta soprattutto di rapidità d'esecuzione. Passato professionista, non sbaglia la prima chance mondiale per il titolo dei leggeri contro Javier Altamirano. Guadagna estimatori anche oltre oceano, tanto da meritare la sfida ad un mito come Julio Cesar Chavez. Il match si svolge nell'aprile 1995 al Cesar Palace di Las Vegas: Parisi perde ai punti, non dà però mai l'impressione di poter insidiare Chavez, e di questo gli resta un rimpianto.

Parisi però si rialza, sale di categoria e si afferma a livello mondiale anche nei superleggeri. Combatte sette volte per la corona Wbo, fino al brusco stop contro Carlos Gonzalez. Nel 2000, la sconfitta contro Santos, sembra mettere fine alla sua carriera, ma lui dopo una lunga inattività riesce a riproporsi, tanto da arrivare alla soglia dei 40 anni a giocarsi l'Europeo (stavolta nei welter) nel 2006 contro il frances Klose. Non è però più il Flash di una volta: perde ai punti, ma la folla del Palalido gli tributa ugualmente una ovazione
 

Il sito utilizza i cookies per migliorare l'aspetto e l'uso del portale. I Cookies sono usati solo per le operazioni essenziali. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information