Pubblicizza il tuo sito

Banner

Pubblicità

Home Notizie Cultura, Sport e Spettacolo Il romanzo “Criada” per l’esordio letterario di Annalisa Martino

Donazioni

1€ PER I TUOI DIRITTI

SOSTIENI IL MOVIMENTO
"ITALIA DEI DIRITTI"

UN PICCOLO AIUTO PER LA LEGALITA'

Potete fare donazioni con :

PAYPAL, POSTEPAY e BONIFICO BANCARIO

- paypal, inviando la somma a italiadiritti@yahoo.it

- postepay, effettuando on-line, presso qualsiasi ufficio postale o presso qualsiasi ricevitoria Sisal una ricarica postepay sulla carta numero 4003-6005-8578-6249 intestata al presidente del movimento Antonello De Pierro.

- bonifico bancario su conto intestato al presidente del movimento Antonello De Pierro (codice IBAN: IT30 J056 9603 2180 0000 2079 X65)

Login



Il romanzo “Criada” per l’esordio letterario di Annalisa Martino PDF Stampa
Scritto da Redazione   
Martedì 17 Dicembre 2013 00:00

La brava scrittrice calabrese si esibisce in un capolavoro di emozioni e vicende narrate con penetrante semplicità e naturalezza

Milano - Ha per titolo “Criada”, il romanzo di esordio di Annalisa Martino. La prima fatica letteraria della bravissima scrittrice, calabrese di origine ma trapiantata a Milano, è una storia semplice. Una vicenda narrativa che si ispira alla vita di una donna. Una donna curiosa e avida di conoscenze, nonostante lo stato di indigenza in cui versa la famiglia di origine. Una giovane costretta, sin da piccola, ad andare a servizio in case di ricche famiglie, per le quali l'inferiorità dei propri subalterni è un dato di fatto naturale. Elvira, la protagonista, si fa amare e, malgrado le avversità, riesce a ricavarsi degli spazi d’amore e di riconoscimento sociale. Sullo sfondo, una Calabria che, sia pure con lentezza, evolve nei quasi ottant'anni di vita che attraversano il romanzo e risente, sebbene da lontano, delle trasformazioni del parenchima sociale italico.
Criada, edito da edizioni Astragalo di Novara è un libro che, come dice la stessa autrice, “nasce dal bisogno di sottrarre all’oblio il racconto di una vita. È un libro sull’amore gratuito e disinteressato, sulla vita e sulla felicità. Sull’umiltà della conoscenza e sul piacere di apprendere. Sul dolore e sulla rinuncia, sulla gioia e sulla ricompensa, sulla brutale ingiustizia e sul riscatto morale, intesi come elementi costitutivi della vita”. È un concentrato di emozioni e di vicende, narrate con naturalezza, si lascia leggere con una fluidità lieve e profonda, e riesce a lasciare il segno.
Lo stile è semplice e immediato, i dialoghi sono veri e credibili, le riflessioni dirette e profonde, e raggiungono con forza l’anima di chi legge.
Il romanzo s’inserisce in quell’atto importante e necessario di conservare la memoria, di salvarla e restituirla ai lettori: è una storia vera, vissuta che si snoda nel tempo e nello spazio. Ci racconta ambienti, luoghi e atmosfere che esistono solo nel ricordo di chi li ha vissuti e ora anche nelle suggestioni che vengono suscitate in chi legge.
Annalisa Martino riesce a raccontare quello che appartiene alla sua vita stando in disparte, per consentirci di essere ascoltatori liberi, di provare emozioni nostre e di trarre una personale riflessione.
Il libro è già acquistabile in rete.
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Ultimo aggiornamento Martedì 25 Febbraio 2014 14:46
 

        

Il sito utilizza i cookies per migliorare l'aspetto e l'uso del portale. I Cookies sono usati solo per le operazioni essenziali. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information